Tisanoreica per atleti? Si… può ….fare!

In onore alla recente riproposta del capolavoro di Mel Brooks nelle sale cinematografiche, abbiamo proposto nel titolo la famosa frase: “si… può… fare!”

Cosa intendiamo dire? Vogliamo sottolineare come la Dieta Tisanoreica®, in alcune condizioni, sia idonea anche per atleti. Quindi è una dieta per uno sportivo? Innanzitutto bisogna capire quale sia la dieta “ideale” per uno sportivo. Ideale riferita a quale tipo di gesto atletico, a quale tipo di atleta e poi, che cosa significa “ideale”?

Certamente l’atleta ha necessità nutrizionali diverse rispetto ad un sedentario, sia per quanto riguarda la quantità di energia da introdurre sia per quanto riguarda la distribuzione dei nutrienti. Teniamo poi presente che per atleta si può fare riferimento alla ragazza che pratica ginnastica artistica e che pesa 45 Kg, così come al sollevatore di pesi che invece supera i 120 Kg di peso corporeo. Indipendentemente dal tipo di atleta un fattore fondamentale che dovrebbe unire tutte le diete è la qualità del cibo: preferire cibo di alta qualità, preferibilmente del territorio, al cibo “spazzatura”, per lo più ricco di zuccheri semplici e grassi idrogenati, dovrebbe essere alla base di una alimentazione corretta.

Il “junk food” ha effetti importanti sull’aumento della glicemia e quindi dell’insulina – l’ormone principale deputato a bloccare la mobilizzazione di grassi e ad aumentare il loro deposito , oltre ovviamente a far entrare il glucosio nelle cellule.

La prima e più importante scelta è quindi il cibo sano, di buona qualità, dove si preferiscono carboidrati complessi e cibi integrali. E per quanto riguarda le proteine? Di quante proteine ha bisogno un atleta per mantenere o, meglio ancora migliorare la propria performance? Sebbene alcuni nutrizionisti consiglino al massimo 0,8 g di proteine per Kg di peso corporeo, le linee guida dell’International Society for Sport Nutrition indicano 1,4-2 g per Kg di peso corporeo il range al quale l’atleta si dovrebbe attenere, con variazioni dettate dal tipo di sport, numero di allenamenti settimanali ed altre variabili.

Il problema nasce quando un atleta, ad esempio un calciatore, deve diminuire la percentuale di grasso perché ad esempio ha fatto un periodo di stop, oppure semplicemente mantenerla apportando però la giusta quantità di proteine. Come fare ciò senza eccedere nel consumo di proteine animali o nell’introduzione di grassi e carboidrati? Tisanoreica® è una buona soluzione perché offre prodotti a bassissimo contenuto di carboidrati, ricchi di fibre e che apportano la giusta quantità di proteine. Tali prodotti, pur contenendone in minima quantità, hanno tutto il gusto e l’aspetto dei carboidrati permettendo quindi di gustare un piatto di pasta, anche abbondante, senza un eccesso di carboidrati. Quindi gli atleti che hanno la necessità di tenere sotto controllo il peso corporeo possono sostituire un paio di volte al giorno – nello spuntino del pomeriggio ed a pranzo almeno tre volte a settimana – alimenti ricchi di carboidrati come pasta, pane e crackers con prodotti a bassissimo tenore di carboidrati e ricchi in proteine nobili e fibre.

E se l’atleta dovesse perdere grasso, come ad esempio dopo un periodo prolungato di stop? In questo caso si potrebbe proporre un breve periodo di dieta chetogenica. Tale strategia, che consiste nel ridurre considerevolmente il contenuto totale di carboidrati nell’alimentazione, permette di enfatizzare il consumo del grasso corporeo. Nonostante le perplessità di alcuni, la dieta chetogenica, se condotta con prodotti di qualità ed integrata con opportuni aiuti fitoterapici, è un approccio efficace e sicuro, non solo nel controllo del peso corporeo e nel dimagrimento, ma anche nella terapia di alcune patologie. Una crescente mole di articoli scientifici ne ha dimostrato, negli ultimi anni, la sua sicurezza ed efficacia.

Ma un atleta perché dovrebbe seguire la Dieta TIsanoreica®? Sicuramente la Tisanoreica® non può essere la chiave per aumentare la performance, ma può rappresentare un metodo efficace per migliorare la composizione corporea di un atleta senza danneggiarne la prestazione come recentemente dimostrato da un articolo pubblicato sul prestigioso Journal of International Society of Sport Nutrition (La dieta chetogenica non ha effetti sulla performance sportiva di resistenza negli atleti di ginnastica artistica di alto livello agonistico).

Un periodo di eliminazione dei carboidrati e quindi di dieta chetogenica possono risultare efficaci per ridurre la percentuale di grasso mantenendo la massa muscolare: considerando che il grasso rappresenta una sorta di “zavorra” per l’atleta è chiaro che ridurre il grasso in eccesso preservando la muscolatura è un modo per migliorarne la performance. Un periodo di Tisanoreica® può permettere quindi all’atleta di dimagrire, conservando la massa muscolare e soprattutto senza diminuire le sue prestazioni.